• IT
  • EN
  • FR

CRI Civita di Bagnoregio Nuova Ambulanza

Consegnata Domenica 05 Giugno la Nuova Ambulanza alla CROCE ROSSA ITALIANA di Civita di Bagnoregio.


Civita di Bagnoregio (VT), una cittadina che accoglie turisti da tutto il mondo. Invitiamo tutti gli amici di facebook a visitare questa unicità italiana.


Civita di Bagnoregio e' veramente una eccellenza italiana che lo scrittore Bonaventura Tecchi aveva denominata la "Città che muore" e questo è in parte vero. Civita di Bagnoregio sorge infatti su un terreno molto precario, situata su una platea tufacea, rischia il crollo perché i vasti banchi d'argilla che la sorreggono sono soggetti a continua erosione.


Ne sono testimonianza i maestosi "calanchi", in parte ricoperti da una povera vegetazione, che si estendono per chilometri e che al tramonto danno all'intero paesaggio un aspetto lunare.


Il meraviglioso borgo di Civita di Bagnoregio, la cosidetta Civita che muore è un piccolissimo centro dove il tempo sembra essersi fermato e dove si può giungere soltanto a piedi, percorrendo un ponte in cemento armato realizzato a vantaggio dei pochi cittadini rimasti e dei turisti che la visitano da tutto il mondo.


La celebre Civita di Bagnoregio sorge sui prodotti vulcanici e appare quasi come un'isola di tufo rosso nel mare delle bianche argille dei calanchi.

Dall'analisi degli antichi Archivi sono stati ricostruiti i diversi momenti storici in cui si sono verificati eventi di crollo assai distruttivi, che hanno determinato la progressiva riduzione dell'altura su cui sorge Civita di Bagnoregio, dal 1450 al distruttivo terremoto del 1738.


Il suggestivo borgo medievale, noto in tutto il mondo come "la città che muore" per il progressivo crollo delle pareti perimetrali ed il conseguente abbandono da parte della popolazione nel corso degli ultimi secoli regala un'atmosfera veramente surreale ed indimenticabile.


Un invito a visitare questo incantevolo paese, unico al mondo.

Iscriviti alla Newsletter!

Sarai sempre aggiornato sulle novità di prodotto, sullo sviluppo dei nostri progetti,
sugli eventi nel mondo dell’emergenza sanitaria.